4 consigli per avere la pelle del viso sana e...

Le nostre offerte mensili
4 consigli per avere la pelle del viso sana e luminosa 14 Settembre 2017

La pelle del viso, per mantenersi bella, sana e tonica nel tempo ha bisogno di particolari cure e piccole attenzioni quotidianamente, gesti semplici, ma molto importanti. Esistono molti prodotti in commercio e rimedi naturali, per soddisfare questo bisogno, la maggior parte di loro sono validi ed efficaci e il loro utilizzo è fondamentale, perché migliorano e risolvono le tante problematiche relative alla pelle. Ma attenzione, perché ci sono 4 preziosi accorgimenti, che se imparate a seguirli, associandoli ai vostri trattamenti, abituali il risultato sarà una pelle del viso "senza difetti".

Vediamo, più da vicino i 4 consigli per prendersi cura della pelle del viso

Bere, almeno 2 litri di acqua al giorno lontano dai pasti principali, non fa solo bene al nostro organismo, perché la corretta idratazione mantiene la pelle tonica ed elastica e in più, previene la formazione delle rughe.

L'alimentazione, è indispensabile che sia sana e corretta. Consumate regolarmente alimenti come la frutta e la verdura, perché sono ricchi di proprietà antiossidanti e aiutano a mantenere la pelle giovane, sana e luminosa. I più consigliati sono le mele, gli agrumi, i mirtilli, la frutta secca, il salmone, il cioccolato extra fondente, il tè, i cavoletti di bruxelles e i broccoli.

Esfoliare la pelle, con i trattamenti scrub è un gesto semplice, che rimuove gli accumuli di tutte quelle minuscole cellule morte, che si depositano sulla pelle, rendendola spenta e grigia. Utilizzate questo tipo di trattamento una volta a settimana, preferendo prodotti non aggressivi e di qualità, oppure potete realizzarli in casa con ingredienti naturali.

Dormire, la qualità del sonno, influisce sulla pelle, quindi cercate di riposare correttamente almeno 7 o 8 ore a notte. In questo modo, l'organismo recupererà le forze e l'epidermide sarà sana e luminosa.

A questo punto, non vi resta, che provare a seguirli.

Ultime news
  • Prendi la pillola anticoncezionale? Fai attenzione a tavola

    23 Novembre 2017

    Se prendi la pillola anticoncezionale, probabilmente sai che nessun metodo contraccettivo, pillola inclusa, è efficace al 100%. Il motivo? Spesso i medicinali non vengono assunti correttamente: nel caso della pillola, dimenticarne due all’interno di un blister o non iniziare una confezione in modo corretto può comprometterne il risultato.

    Quello che, però, forse non sai è che l’azione della pillola potrebbe essere influenzata e frenata anche da ciò che mangi: alcuni alimenti, infatti, interferiscono con questo medicinale, riducendone l’efficacia o amplificandone gli effetti collaterali.

    Ecco quali elementi evitare – o consumare con moderazione – se prendi la pillola anticoncezionale.

    1. Carbone attivo

    Se usi il carbone attivo per trattare disturbi come l’aerofagia, lo stomaco gonfio o i problemi digestivi, sappi che la sua spiccata proprietà assorbente può rivelarsi un problema per chi assume la pillola anticoncezionale. Ingerito in concomitanza dell’assunzione della pillola, infatti, il carbone attivo può assorbirne anche i principi attivi e, quindi, ridurne l’efficacia.

    1. Tisane detox

    Alcune delle tisane che promettono di far perdere peso velocemente, svolgono sull’organismo un intenso effetto drenante e lassativo. Attenzione però: se assumi dei contraccettivi ormonali, questi potrebbero essere espulsi troppo in fretta e, quindi, potrebbero non rimanere nel corpo abbastanza a lungo per essere assimilati come dovrebbero. Tradotto? L’effetto contraccettivo potrebbe essere a rischio.

    1. Pompelmo
    Il pompelmo è un agrume che può intervenire nel metabolismo degli estrogeni e aumentarne la concentrazione nel sangue. Per questo motivo, un consumo elevato di questo agrume può intensificare alcuni effetti collaterali dati dalla pillola, come il seno sensibile e dolorante ed i coaguli di sangue.
  • Addio piedi secchi in 3 step

    21 Novembre 2017

    Soffrite di piedi secchi e screpolati?

    Non trascurate il problema: dietro un semplice inestetismo può nascondersi una richiesta di aiuto della pelle ed il problema, senza la giusta attenzione, può peggiorare creando fastidio e dolore.

    Stop ai piedi secchi in 3 step

    Avere piedi al top, vellutati e levigati, è un vero piacere in tutte le stagioni.

    Ecco una veloce beauty routine in 3 step per ammorbidire la pelle dei piedi!

    1. Riattivare la circolazione e addolcire la cute con i pediluvi

    Piedi secchi e stanchi a fine giornata? Immergeteli in un catino colmo di acqua fresca: in soli venti minuti il pediluvio donerà sollievo ai piedi rimasti chiusi per ore nelle scarpe e darà uno sprint alla circolazione.

    Per un’azione soft ed emolliente, invece, immergeteli in una bacinella di acqua tiepida, dove avrete sciolto bicarbonato, un pugno di sale grosso, il succo di un limone e qualche goccia di olio essenziale alla lavanda. Sarete sorpresi di come, in pochi minuti, i piedi risulteranno morbidi, setosi e purificati nel profondo.

    1. Eliminare le cellule morte con lo scrub

    Dopo il pediluvio, quando la cute è estremamente ammorbidita, approfittate per eseguire uno scrub: un rimedio beauty per eliminare dolcemente lo strato superficiale di pelle secca.

    In farmacia trovate un’ampia varietà di peeling ad hoc, da quelli con formulazione in gel a quelli dalla texture più cremosa. Qualsiasi sia la vostra preferenza, applicate lo scrub sui piedi eseguendo movimenti circolari ed esercitando una leggera frizione.

    Terminato il trattamento, rimuovete il tutto con abbondante acqua fresca.

    1. Idratare a fondo

    Ora che la pelle è levigata e libera dalle cellule morte in eccesso, è tempo di idratare.

    Per farlo in modo naturale, prima di andare a letto cospargete i piedi con una maschera super nutriente a base di olio di sesamo: un ingrediente potentissimo per contrastare secchezza e ruvidità.

    In alternativa potete usare burro di karité o provare sulla pelle un composto a base di glicerina e acqua di rose.

    La dritta in più? Per non macchiare le lenzuola indossate dei calzini in cotone!

  • Occhiaie: i segreti per eliminarle

    19 Novembre 2017

    Occhi gonfi, sguardo segnato, spento e opaco?

    Le occhiaie possono minacciare la nostra bellezza naturale e dare al viso un’espressione affaticata e stanca.

    Risolvere l’inestetismo, però, è possibile: ecco come!

    Stress, stanchezza e disidratazione: le principali cause delle occhiaie

    Le occhiaie sono un disturbo piuttosto diffuso: basta una notte insonne o un particolare periodo di stress, per riflettere sotto la palpebra il nostro bisogno di relax.

    Tuttavia, questo inestetismo non è causato solo da una carenza di riposo.

    Ecco alcuni dei fattori scatenanti:

    • Pelle delicata: con un contorno occhi sottile i vasi sanguigni diventano più visibili e, specialmente con l’avanzare dell’età, il colore scuro del microcircolo può rendere opaca e bluastra la pelle sotto la palpebra.
    • Allergie: che sia un’intolleranza alimentare o una sensibilità a polline e graminacee, le allergie possono favorire la comparsa di borse scure sotto gli occhi.
    • Carnagione chiara: chi ha un colorito pallido, per genetica, stanchezza o spiccata anemia, tende a manifestare occhiaie scure più evidenti.
    • Ritenzione idrica: la disidratazione o un cattivo drenaggio dei liquidi possono causare squilibri nella dilatazione dei vasi sanguigni, creando i tipici aloni scuri attorno agli occhi.

    I rimedi contro le occhiaie

    La prima regola per ridurre le occhiaie scure? Riposare di più e condurre uno stile di vita sano.

    Spesso, però, questo consiglio di buon senso può non bastare.

    Per eliminare le occhiaie, causate da squilibri alimentari o dall’avanzare dell’età, i rimedi più efficaci sono:

    • Le vitamine: aumentate il consumo di vitamina C, K e A sia portando in tavola alimenti ricchi di questi elementi, che applicando sul contorno occhi creme studiate per prevenire la formazione di rughe, borse e occhiaie.
    • Gli antiossidanti: fate il pieno di alimenti attivi come frutti rossi, patate, pomodori, agrumi e melograno, per combattere i radicali liberi e rallentare l’invecchiamento. Aiutate il benessere interno agendo anche a livello topico con cosmetici antiaging.
Rubriche
  • Consigli per fare il bagnetto a regola d´arte

    22 Novembre 2017

    Quando aspettavo Andrea avevo una vera e propria fisima per il bagnetto; non so spiegarvi perché, ma la cosa mi creava mille insicurezze e paranoie. Vai a capire la testa! Oggi ci rido, ma ieri mi crogiolavo tra una marea di dubbi stupidi e forse un po' ridicoli su come fare il bagnetto al neonato.

    Le mie paure? Dalla sicurezza in vasca al terrore che l'uscita dall'acqua calda del bagno risultasse traumatica per il mio bambino passando per la scelta del detergente giusto. Che dire? Piccole grandi insicurezze di una neo mamma che non sa che mano darsi! In soccorso, per fortuna, ci sono sempre loro: i consigli delle donne della mia famiglia, mie nonne, mia mamma e mia suocera, quattro donne straordinarie che mi aiutato e non poco!

    Andiamo per ordine, procediamo dalla paranoia più grande alla più piccola, ovvero la sicurezza nella vaschetta del bagnetto. Volete sapere come ho ovviato al pericolo di colpi e botte sui bordi della vasca? L'accorgimento è quanto meno elementare e arriva dall'esperienza di mia nonna materna, madre di 7 figli. Parlare con lei è stato illuminante e di grande utilità. Ogni volta che faccio il bagnetto ad Andrea rivesto i bordi della vasca con diversi asciugamani e il gioco è fatto! Incredibile ma vero, voilà: il mio bambino è super protetto!

    Continuate a prender nota, perché ora vi rivelerò come sono riuscita a risolvere le altre ossessioni mettendo in atto due piccole accortezze. La prima riguarda il bagnetto in questi giorni d'inverno. La soluzione suggeritami da mia mamma è talmente scontata che mi sono sentita una stupida! Per fare in modo che l'uscita dall'acqua non risulti troppo “violenta” per il mio piccolo basta mettere ogni volta il suo telo da bagno sul termosifone e il problema è bello risolto: Andrea è subito al caldo!

    Manca ancora una tessera al puzzle della mamma paranoica: il detergente giusto per un bagnetto per bimbi perfetto. Questa volta a fornirmi la soluzione non è stata la saggezza delle donne della mia famiglia, bensì il consiglio di Ada, la mia amica farmacista, che mi ha canzonato e non poco! La sua soluzione? Detergere ogni bambino con l'amido di riso! Io lo faccio ogni volta, l'amido di riso si è rivelato un detergente naturale di tutto rispetto; vi basterà riempire la vasca d'acqua e aggiungerci un cucchiaio d'amido di riso e avrete il massimo dei risultati. Quest'amido è uno di quei prodotti per neonati eccezionali; potete usarlo anche dopo il bagnetto al posto del talco perché non ostruisce i pori e permette una traspirazione della pelle veramente ottima!

  • UNA CORRETTA ALIMENTAZIONE PER CHI FA SPORT, IL POMERIGGIO

    15 Novembre 2017

    La scelta dell'alimentazione è fondamentale quando si fa sport. Tuttavia, non bisogna mai dimenticare di sceglierla in base, a quando decidete di allenarsi. Quando scegliete di svolgere la vostra attività durante il pomeriggio, dovete seguire un tipo di alimentazione adatta. Prima di tutto, non vi deve appesantire, ma deve fornire la giusta quantità di energia, necessaria per sopportare gli sforzi fisici nel modo corretto.

    Quindi, se avete deciso di praticare il vostro sport, durante il pomeriggio, dovete prima di tutto pranzare almeno tre ore prima di iniziare gli allenamenti. In questo modo avete il tempo necessario per digerire e permettere all'organismo di assorbire le proprietà contenute negli alimenti e trasformarle in energia. Il consiglio è di apportare all'organismo, una buona quantità di cibi senza mai abbuffarsi, ma allo stesso tempo, devono contenere amidi come la pasta e che siano, possibilmente di farina integrale.

    Potete aggiungere un pò di carne bianca, perché le proteine sono indispensabili, in quando offrono energia e resistenza durante gli forzi, ma devono essere cucinate o alla piastra, oppure in padella senza aggiunta di olio. Per finire un buon pasto nutriente è bene, aggiungere un contorno di verdure cotte a vapore, ma ricordate che dovete consumare, tutto in piccole dosi.

    Evitate di consumare bevande come il caffè e l'alcol, ma bevete molta acqua, perché l'organismo ne ha il costante bisogno regolare. Questa è una delle prime necessità, quando si fa sport.

    Durante lo svolgimento della vostra attività fisica concedetevi, almeno dieci minuti di pausa e mangiate un pò di frutta secca, in quanto la sua ricchezza di magnesio è un ottimo integratore naturale. Il magnesio permette all'organismo, di sopportare meglio gli sforzi fisici ed evita la comparsa di eventuali problemi, come crampi e scosse muscolari.

    La giusta alimentazione è molto importante nello sport e seguirla in modo corretto, dandole il giusto valore è solo un gran bene che potete fare a voi stessi.

    Buon allenamento.

  • RIMEDIO NATURALE PER RIMANERE IN FORMA

    08 Novembre 2017

    Sapete qual'è il miglior rimedio naturale per rimanere in forma e non ingrassare? La risposta di molti di voi sarà sicuramente mettersi a dieta, mi dispiace ma non è la risposta giusta. Per dimagrire bisogna mangiare tutto, senza troppe rinunce, perché se abituate il vostro organismo a stuzzicare frequentemente piccoli spuntini, vedrete che sarete in ottima forma fisica.

    Mangiare frequentemente durante l'arco della giornata facendo piccoli pasti frequenti, aiuta l'organismo, perché va a stimolare il metabolismo, più esso è attivo e più velocemente il cibo verrà smaltito con maggior facilità. Il rinunciare al cibo, il saltare i pasti e il fare diete drastiche, porta solo a rallentare il lavoro del metabolismo e può anche provocare danni a carico della salute. Ricordate il corpo umano ha bisogno di nutrirsi.

    Ora vediamo insieme alcuni alimenti che vi aiuteranno a svegliare il vostro metabolismo rendendolo più attivo.

    Il cioccolato fondente, ebbene si grazie alle sue proprietà stimolanti questo ingrediente, accelera il metabolismo a lavorare di più e aiuta a perdere peso. Provate a consumarne circa 150 grammi nell'arco dell'intera giornate e dopo qualche settimana, noterete già i primi benefici.

    Peperoncino, le sue proprietà sono innumerevoli e difficili da elencare tutte. In questo caso grazie alle sue qualità aiuta nel dimagrimento, perché funziona da brucia grassi, esercita la funzione di donare al metabolismo una vitalità maggiore e toglie il senso di fame. Provate a consumarne piccole dosi assumendolo, prima del pranzo e prima della cena e dopo un paio di settimane riscontrerete i primi risultati benefici.

    Zenzero, ormai è un alleato benefico e quando si parla di curarsi in modo naturale le sue proprietà sono svariate. In questo caso funziona da brucia grassi, velocizza il metabolismo e aiuta nel perdere peso. Il consiglio è di consumarne almeno, due piccoli pezzi andando a togliere la buccia prima dei pasti principali. Se siete costanti noterete i benefici, sul vostro corpo dopo qualche settimana.

    Se dimagrire volete, velocizzare il metabolismo dovete!

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.
I cookie sono piccoli file di testo che possono essere utilizzati dai siti web per rendere più efficiente l'esperienza per l'utente.

La legge afferma che possiamo memorizzare i cookie sul tuo dispositivo se sono strettamente necessari per il funzionamento di questo sito. Per tutti gli altri tipi di cookie ci serve il tuo permesso.

Questo sito utilizza diversi tipi di cookie. Alcuni cookie sono posti da servizi di terzi che compaiono sulle nostre pagine.

I cookie necessari aiutano a contribuire a rendere fruibile un sito web abilitando le funzioni di base come la navigazione della pagina e l'accesso alle aree protette del sito. Il sito web non può funzionare correttamente senza questi cookie.
I cookie per le preferenze consentono a un sito web di ricordare le informazioni che influenzano il modo in cui il sito si comporta o si presenta, come la lingua preferita o la regione che ti trovi
I cookie statistici aiutano i proprietari del sito web a capire come i visitatori interagiscono con i siti raccogliendo e trasmettendo informazioni in forma anonima.
I cookie per il marketing vengono utilizzati per monitorare i visitatori nei siti web. L'intento è quello di visualizzare annunci pertinenti e coinvolgenti per il singolo utente e quindi quelli di maggior valore per gli editori e gli inserzionisti terzi.
I cookie non classificati sono i cookie che sono in fase di classificazione, insieme ai fornitori di cookie individuali.